La voce stridula della ragione

Come il mare che frange i suoi flutti sugli scogli, consumandoli onda dopo onda, modellandone aspetto e consistenza, lui sentiva staccare i granelli di speranza che credeva costruissero la diversità di lei.

Risuona chiaro il tonfo d’ogni precipitare racchiuso nel suo: tra noi niente c’è stato e niente ci sarà. La risacca porta con se le polveri di roccia che trascina via, nello stesso modo, il senso vuoto d’ognuna di quelle parole porta via con se unicamente la certezza del niente fisico che li ha accarezzati.

Come una mareggiata sferza incessante, potente anche la roccia più alta, così la devastante consapevolezza del mai che lei desidera ricopra il loro futuro porta via con se anche l’ultima speranza d’ogni desiderio. Il vulcano sopito di ciò che è cominciato è emerso dall’impeto stesso delle acque, alla furia delle quali riesce a resistere traendone perfino forza e maestosità. Come fa dall’unione della sua incandescente anima con la fresca limpidezza d’ogni onda.

Nessun mai, passato, presente e futuro potrà in alcun modo cancellare tutto questo.

Se a legarli fosse stata la banalità del solo intreccio fisico, a rendere reale ogni mai sarebbe bastata un’increspatura superficiale dell’acqua.

Ciò che è nato tra loro è qualcosa di diverso, è quel Quid che rende l’intreccio fisico unicamente espressione completa d’un desiderio, la fusione inevitabile delle inspiegabili alchimie dell’attrazione.

Lei si abbatterà su quel Quid con tutta la furia del perpetuo ondeggiare della ragione, ma i granelli che riuscirà a portar via saranno soltanto polveri del suo stesso essere.

Lui, sin dal primo istante, era consapevole che l’unica reale certezza sarebbe stato il niente futuro. Non immaginava, però, quanto lei con la ragione del suo sentire avrebbe snaturato il senso di quel Quid, modellandolo a suo piacere, limitando il moto ondoso del mare delle sensazioni, rinnegandolo, senza permettere che la natura del suo essere perdurasse in ogni nuova forma. Una forma sempre e comunque incapace di ribellarsi alle costruzioni della ragione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.