La pubblicazione di Operazione P.I.C. – parte 2 di 6

…segue

I rapporti tra Marco e Achi erano riallacciati, un nuovo corso stava avendo inizio.

Sensibile alla condizione materiale del suo amico ritrovato, Marco gli chiese se desiderasse offrire una collaborazione saltuaria al suo studio. Achi accettò senza indugio. Fu proprio durante uno dei pomeriggi allo studio che, l’aspirante scrittore, fece un particolare incontro. In quel periodo, a frequentare l’ufficio come cliente, c’era un noto calciatore di quel Napoli sempre presente nei ricordi dei nativi del Golfo. Il personaggio non più nei favori della cronaca, tantomeno di quelli dell’ampio pubblico, chiese di essere portato nuovamente ad essere protagonista, attraverso una bella idea.

Non appena anche Achi venne raggiunto da quella richiesta scrisse qualche frase.

Potevano essere le parole introduttive per un libro, articolato sulla biografia di quel personaggio. L’intera vicenda, con i suoi misteri e le chiavi per svelarli, è racchiusa in un libro che potrà essere a disposizione di tutti, solo se e quando nascerà un interesse tale verso questo nessuno Achi da condurre qualcuno alla pubblicazione dei suoi numerosi scritti.

Anche se l’interesse potrebbe spingere i curiosi a cercare, e trovare, indizi già presenti in rete.

Le nuove vicissitudini letterarie coinvolsero direttamente anche Marco nel ruolo di agente letterario, di collegamento e di molto altro ancora. Fu realizzato un libro unico nel suo genere, dove la biografia era un fulcro attorno al quale ruotavano argomenti d’interesse sociale e non solo. Ad un passo dalla pubblicazione avvennero, però, due fatti capaci di sovvertire ogni indirizzo preso, ogni prospettiva, ogni accordo, per condurre i protagonisti in una sequela di intrighi e comportamenti quasi inspiegabili.

continua…