Operazione P.I.C: un passo verso la lettura

Operazione P.I.C. è un giallo intrigante, scritto senza seguire i canoni standard, con uno sguardo alla fase di dibattimento nell’aula di tribunale.

Una donna, Rossella Spargo, dottoressa in psicologia, rigidamente ancorata ai canoni di pensiero e comportamento femminile comunemente condivisi, scorrendo i titoli del giornale scorge una notizia che in un solo istante la catapulterà in un vortice di riflessioni e pensieri.

Dalla lettura di un articolo si aprirà per la psicologa il sipario su una sequenza di dubbi, misteri, intrighi che la condurranno all’interno di un’indagine avventurosa, ricca di colpi di scena.

La donna non sarà sola, il suo nuovo ruolo di sagace investigatrice sarà condiviso con l’amico Arcos Mele. Un Socio-Antropologo, fiero di una qualifica tanto obsoleta, soprattutto un uomo sopra le righe, ricco unicamente di pensieri ed azioni fuori dagli schemi. Sebbene riluttante Rossella spingerà se stessa a contattarlo, consapevole che solo lui sarà disposto a crederle e seguirla.

I due si apriranno la strada verso la verità, che le forze dell’ordine e la eco giornalistica sembrano non vedere, per mezzo d’intuizioni ed analisi compiute con strumenti quasi rudimentali ma abilmente adoperati e di assoluta efficacia. Le indagini porteranno i protagonisti sulle tre isole partenopee Procida, Ischia e Capri, ricche di molto più della solita condivisione da social e luoghi comuni, ma anche di inquietanti misteri.

Un enigma d’amore, sentimenti, unicità nel sentire, forse d’un’altra epoca, si aggiungerà alla rocambolesca indagine, coinvolgendo i due protagonisti, e consentendo di poter essere svelato, anche a loro stessi, passo dopo passo, verità dopo verità.